La Spagna nel suo labirinto

Pasquini_La-Spagna-nel-suo-labirinto

Come e perché la Spagna da modello di stabilità e di democrazia decidente è diventata negli ultimi cinque anni un Paese sull’orlo di una crisi di nervi. Quattro elezioni in quattro anni; ingovernabilità, bloqueo, frammentazione partitica, spinte indipendentiste e il risorgere di un nazionalismo escludente. Che cosa è avvenuto? Tutto è cominciato dalla grande recessione (2008-15), esplosa in Spagna con maggiore virulenza, che ha causato sofferenze superiori rispetto ad altri Paesi europei, disuguaglianze e nuove povertà che stridono rispetto alla disinvoltura con cui le élites politiche e finanziarie hanno partecipato al “banchetto” della corruzione, in cui è stata coinvolta anche la famiglia reale. Le elezioni del 15 dicembre 2015 hanno sancito la fine di un ciclo politico basato sul “bipartitismo” che ha garantito trentacinque anni di stabilità e alternanza. Nuovi attori politici sono emersi dalle lotte sociali, tra cui Podemos e Ciudadanos, ed è sembrato che dovessero scalzare i vecchi partiti. Dopo quattro cicli elettorali si è tornati al punto di partenza. La “vecchia politica” non è stata sconfitta, e la “nuova politica” non è riuscita a prevalere e mostra segni di logoramento. Tutto questo avviene mentre l’unità della Spagna è messa in discussione con il tentativo di secessione della Catalogna. Un tentativo che ha aperto la più grave crisi istituzionale nella storia della democrazia spagnola. Ed è ancora una ferita aperta. Nella trattazione è presente un confronto con l’Italia su diverse questioni: dalla crisi economica fino al tema della stabilità dei governi, delle “autonomie differenziate” e delle conseguenze della pandemia da Covid-19 su politica ed economia.

ACQUISTA

Prezzo: € 19,00
ISBN: 9788833302126

Autore

Autore: Giancarlo Pasquini

Giancarlo Pasquini (Lanciano, 1941) è laureato in Scienze politiche presso l’Università Cattolica di Milano. Giornalista pubblicista, si è occupato per tutta la vita di questioni internazionali come redattore capo della rivista Politica Internazionale, edita dall’IPALMO dal 1973 al 1990. Nel 1991-92 ha coordinato un progetto della Cooperazione italiana in Argentina. Dal 2000 al 2012 è stato consulente della PROMOS, azienda per l’internazionalizzazione della Camera di Commercio di Milano e poi responsabile dell’Ufficio Studi della RIAL (Rete Italia e America Latina). Ha collaborato a progetti per il trasferimento delle migliori pratiche delle PMI lombarde in America Latina e all’organizzazione di eventi come l’Assemblea della Banca interamericana di sviluppo (IDB Milano, 2003) e tre Conferenze Italia/America Latina (Milano 2003, 2005 e 2009). Ha collaborato, in periodi diversi, a giornali e riviste fra cui: Sette GiorniIl PonteMondoperaio,  Il Sole 24 Ore, al GR-3 della Rai e al sito ISPI on line.

Informazioni

Genere Saggistica
Collana Presente
Pagine 350
<< ritorna alla libreria